Il fenomeno del traffico illecito di beni culturali

13/09/2023

Il traffico illecito di beni culturali è un crimine transnazionale che tocca una molteplicità di paesi, convenzionalmente distinguibili in paesi "fonte", ricchi di patrimonio culturale e vittime principali di trafugamenti; paesi di "transito", caratterizzati da una maggior permeabilità dei confini e/o da regolamentazioni piuttosto leggere del mercato dell’arte tali da favorire la compravendita di opere prive di chiara provenienza; infine, paesi di "destinazione", che rappresentano i principali mercati dove opere trafugate o rubate, accompagnate da documentazione di provenienza artefatta o contraffatta, trovano acquirenti.

Il commercio di beni culturali di illecita provenienza risulta favorito da diversi fattori: da un lato, l'alta domanda del mercato d’arte e antichità incentiva il reperimento di beni a tutti i costi; dall’altro, entrano in campo la relativa facilità di transito lungo certe aree di confine, l'instabilità politica in alcuni paesi e il progresso tecnologico che supporta ambienti virtuali di vendita online e una comunicazione diretta - non tracciabile - tra offerente e acquirente.

Negli ultimi decenni, l’incremento del traffico illecito di patrimonio culturale è stato allarmante, specialmente alimentato da beni provenienti da paesi colpiti da conflitti armati o disordini sociali. I reperti saccheggiati sono diventati asset redditizi il cui circuito illecito presenta affinità e interscambi con quelli di droghe, armi, specie protette e prodotti contraffatti. Per contrastare e ridurre il fenomeno, la comunità internazionale ha adottato diversi accordi: la Convenzione UNESCO del 1970 Means of Prohibiting and Preventing the Illicit Import, Export, and Transfer of Ownership of Cultural Property e la Convenzione UNIDROIT del 1995 su Stolen or Illegally Exported Cultural Objects sono tra i primi e più rilevanti.

Recentemente, invece, si è espresso il Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite, con due significative risoluzioni adottate nel 2015 (n. 2199 e n. 2252) e la risoluzione n. 2347 approvata nel 2017. In particolare, la risoluzione n. 2199 invita i paesi ad adottare misure necessarie per prevenire l’inserimento nei circuiti commerciali di beni culturali saccheggiati dall'Iraq e dalla Siria. Il documento sottolinea inoltre l'importanza dello scambio di informazioni e la collaborazione tra forze dell’ordine, commercianti d'arte e proprietari di opere d'arte nell’affrontare la problematica in una prospettiva globale.

Secondo le statistiche pubblicate da INTERPOL nella Valutazione dei Crimini contro i Beni Culturali 2021 (2022), l'Europa è ancora ampiamente teatro di illeciti contro il patrimonio culturale che alimentano un circuito vizioso.

Aumentare la consapevolezza delle dinamiche del mercato dell’arte, dell’inquinamento dovuto al traffico illecito di beni culturali, delle buone pratiche e avanzate tecnologie per riconoscere e contrastare il fenomeno è il focus didattico del Master Illicit Trafficking in Cultural Property. A Global Approach to a Global Challenge, che mira a fornire gli strumenti più aggiornati per contribuire in modo efficace alla lotta contro tale articolata rete di crimini contro il patrimonio. 

Vorresti saperne di più? Partecipa all'Open Day online del Master che si terrà venerdì 22 settembre 2023, alle ore 18. Un'opportunità per incontrare i docenti del Master e per avere maggiori informazioni sui contenuti del Master!

Scarica l'allegato
Parole chiave : arte - museo - master - formazione - venezia
Focus Istituti e Centri di Formazione
Istituto Italiano di Fotografia Istituto Italiano di Fotografia

Sin dal 1993 l'Istituto Italiano di Fotografia (IIF), non è solo una scuola…

Ca' Foscari Challenge School Ca' Foscari Challenge School

Ca’ Foscari Challenge School è il punto di riferimento dell’Università Ca’ Foscari…

Accademia di Comunicazione Accademia di Comunicazione

Accademia di Comunicazione dal 1988 forma, con i suoi Corsi post diploma e i suoi…

Tutti gli Istituti
Lavorare nella cultura

Scopri tutte le offerte di lavoro e stage nei settori della Cultura, Media e dell'Insegnamento su profilcultura.it

Focus sui Corsi di Formazione
Maestria e rivelazione: Analisi della Pala di Castelfranco di Giorgione tra tecniche esecutive, conservazione ed ermetismo simbolico Il prato publishing house

Attestato di partecipazione https://ilprato.com/corso/analisi-pala-di-castelfranco-giorgione/…

Corso di Registrar di Opere d'Arte Istituto per l'Arte e il Restauro - Palazzo Spinelli

Il Corso intende fornire ai partecipanti una conoscenza approfondita dei compiti…

Master in Sostenibilità e Valorizzazione del Patrimonio Culturale Istituto per l'Arte e il Restauro - Palazzo Spinelli

Il Master in Sostenibilità e Valorizzazione del Patrimonio Culturale rilascia un…

Master in Luxury, Client Advisor and Store Management Ca' Foscari Challenge School

Master universitario di I livello Il Master in Luxury, Client Advisor and Store…

Visual Merchandiser - Corso di Specializzazione IED Firenze

Il corso in Visual Merchandising, progettato con frequenza in fascia serale, ha…

Master in Comunicazione interculturale Ca' Foscari Challenge School

Master di I livello Gli obiettivi del Master sono fornire conoscenze e competenze…

Filosofia e storia della scienza e della tecnologia Ca' Foscari Challenge School

Master di I livello Educare alla scienza nel contesto della contemporanea ‘società…

Corso Triennale Fashion Design IED Cagliari

Il Diploma Accademico di Primo Livello è riconosciuto dal MIUR ed è equiparato ai…

Tutti i Corsi di Formazione